mondo oltro

making your heads explode since earlier 2005.

21.1.06

"Tom Cruise won't come out of the closet"

Un test di Scientology evidenzia che Stan potrebbe essere la reincarnazione di L. Ron Hubbard. Stan però non ci sta, e vorrebbe che John Travolta e il presidente della setta se ne andassero da casa sua. Quando sale in camera, ci trova Tom Cruise, al quale dice che potrà anche essere bravo, ma mai quanto Leonardo Di Caprio. Al che l'attore, turbato ed offeso, si chiude nel suo sgabuzzino, rifiutando di uscirne.

Cos'è questo delirio? Solo una porzione della trama esilarante dell'ultimo episodio di South Park, in ordine di tempo, a finire in un mare di guai. Fate ancora in tempo a scaricare un estratto della puntata qui, ma sbrigatevi: la censura ammmericana corre più veloce della vostra ADSL.

10 commenti:

  • alle 18:39, Blogger fio ha detto

    fiQo!

     
  • alle 15:55, Blogger violetta ha detto

    Tutta la puntata in rete si può trivare a questo indirizzo:

    http://www.scientomogy.info/south-park.htm

    Merita, merita.

     
  • alle 12:00, Anonymous Egodharma ha detto

    Sono uno scientologist.
    Non un capo nè un dirigente.
    Sono uno scientologist da 10 anni.
    Ho visto tutto l'episodio di South Park. Veramente di bassa lega, veramente lontano da una satira divertente.
    Per fortuna avevo già espresso il mio giudizio negativo di questo cartoon già anni fa in tempi non sospetti.
    Niente a che avere con l'arte del punto di riferimento dei satira-cartoon quale "I Simpson". Per capire come si può fare satira sui nuovi movimenti religiosi con gusto riflettendo sulle storture di tutta una cultura e una società, andatevi a guardare (se riuscite a svovarlo) la puntata dei Simpson sui "Movimentariani" con ovvi riferimenti a Scientology.
    Sono uno scientologist e guardando quella puntata ho riso e con me altri miei amici scientologist.

    Va bene la satira e la libertà di opinione. Ma South Park non deride qualcosa, non ne esalta le esagerazioni riportando il tutto a una dimensione più ragionevole. No. Semplicemente attinge a un cumulo di sciocchezze che detrattori di Scientology diffondono e che centinaia di web-surfer si bevono senza andare a controllare le notizie originali o senza farsi un'idea di prima mano della cosa.
    E inscena una storiella pietosa colma di errori grossolani sullo stesso funzionamento di alcuni aspetti di Scientology. (Ridicolo il pezzo sul funzionamento dell'e-meter). E questo fatto (che gli sceneggiatori non abbiano fatto diretta esperienza di Scientology ma che abbiamo attinto a fonti prevenute su Scientology) mi fa capire la poca professionalità degli autori e del vero scopo di questa puntata di questo cartone animato.

    E' vergognoso ridurre una filosofia complessa e profonda come Scientology a un mucchio di balle stratoferiche e cazzate immani.
    Non so chi diffonda queste false credenze su Scientology.

    Ma non è questo che mi disturba.
    Mi disturba che tante persone vengano indotte a credere che Scientology sia solo gossip su Cruise e soci o che tutto ruoti intorno ai soldi, o che gli scientologist stiano lì come cretini ad adorare extraterrestri e simili.
    Ma che cagate son queste?
    O è troppa fatica e pigrizia prendere un libro di Scientology e vedere quali siano i punti fondamentali di questa filosofia.
    Se qualcuno vuole sentire l'altra campana e vuole avere evidenze che ciò che dico ha i suoi fondamenti nella realtà, può chiedere senza problemi. Ciao a tutti e grazie dell'attenzione
    Egodharma

     
  • alle 14:02, Anonymous Pipischella ha detto

    Caro Egodharma,
    a parte il lasciare post su MondoOltro a tempo perso e a svolgere con grande entusiasmo il mio adorato lavoro, sono una che studia la storia delle religioni da più di 12 anni. Così, per mio piacere, senza l'interpretazione soggettiva di preti, pastori, predicatori o simili. Leggo di tutto, vedo di tutto, mi confronto con fedeli ed esponenti di qulunque religione mi capiti a tiro. Persino con i Testimoni di Geova. Una volta ho avuto un colloquio di un intero pomeriggio con un aborigeno australiano. Bellissimo!
    Premesso questo, non riesco davvero a capire come un italiano, con la cultura che abbiamo e le tradizioni (religiose e non) che vantiamo, possa iscriversi a Scientology. E dico iscriversi, non convertirsi.
    Volevi qualcuno che ti chiedesse di più? Eccoti accontentato: ci sono io. Bisogna vedere se poi MondoOltro sarà d'accordo a ospitare la nostra discussione...
    Io ho fatto il primo test di Scientology (e l'ho trovato idiota), ho parlato con un paio di giovani scientologist, ho sfogliato un libro che avevano là. Ho conosciuto Tom Cruise circa cinque anni fa e poi l'ho incontrato diverse volte a eventi pubblici. Posso dire con estrema franchezza che poche volte ho visto una persona divertente, brillante, intelligente e (ebbene sì) simpaticissima e alla mano rovinare in questo modo la propria personalità, asservirla completamente a qualcosa. Non mi sento assolutamente di generalizzare: John Travolta non mi sembra affato così, dopo aver visto e ascoltato anche lui (tanto per fare un esempio).
    Ma loro sono casi eclatanti, personaggi famosi, fanno testo fino a un certo punto.
    Il problema è che Scientology non è annoverabile tra le religioni e nemmeno tra le filosofie, checché vi facciano credere. E, se anche tu sei aperto al dialogo, potrei spiegarti perchè non è altro che una squallida setta pericolosa.
    Questo è quello che penso, vedi se ti interessa parlarne.

    PS: Anche io preferisco I Simpson. Umorismo più sottile e raffinato...

     
  • alle 15:56, Blogger Egodharma ha detto

    Vorrei innanzitutto dirti che recepisco con piacere un commento così pacato. La cosa mi invoglia sicuramente a ringraziarti per la risposta e a replicare sul filo dell'argomento che tu apri.
    Fai delle premesse interessanti e su queste espongo qualche mia credenziale. Ciò perchè, spesso, nelle discussioni su questo genere di argomenti mi trovo un atteggiamento oltremodo invalidante nei confronti della mia persona.
    Parlo di un'accezione sotto le righe in cui si parla a me come di una vittima inconsapevole della grande mcchina organizzativa di Scientology. Qualcuno a cui dire "Ecco, tu sei bravo, ma aspetta che ti spiegano bene come loro...."
    Sono disposto ad ascoltare tutte le opinioni e verificare i fatti esposti dalle persone. Sono disposto a confrontarmi con altri punti di vista.
    Non sono minimamente disposto a essere considerato una vittima di turno. Io sono uno scientologist cioè una persona che ha abbracciato una filosofia di vita (discuteremo poi se è una filosofia o meno). Mi spiace ma di Scientology ho più esperienza di te. Di te e di molti altri che ne parlano. Diciamo un'esperienza lunga quasi 12 anni.
    Per farti un esempio, in alcuni blog o articoli (come nell'episodio di south park o come anche nell'articolo dedicato a Scientology su wikipedia) leggo dati sull'e-meter (o elettrometro). Posso ascoltare le opinioni di qualcuno sull'e-meter. E' ovvio. Ma io che uso l'e-meter da 8 anni so di cosa parliamo. E se io leggo un articolo dove si dicono delle stupidaggini sul suo funzionamento o sui suoi utilizzi, l'autore di quell'articolo e la fonte tutta perde di validità ai miei occhi.
    Un pò come se tu fossi andata a Roma e avessi visto con i tuoi occhi il Colosseo. Torni a casa e senti qualcuno che parla del Colosseo. E che dice delle cose a vanvera. Tu sai quello che sai. E l'amico che parla a vanvera sarà per te un cialtrone.

    Comunque.... io ho pubblicato anche una tesi di laurea su questo argomento. Trovi la tesi su www.tesionline.it (a pagamento) oppure (a gratis) su un blog.
    Questo per dirti che qualche studio sulle altre religioni l'ho fatto anch'io.

    Mi incuriosisce la tua perplessità sul fatto che un italiano sia uno scientologist. In che senso?
    E perchè per te Scientology non sarebbe una filosofia. Capisco che molti non la vedano come una religione. Duemila anni di cultura di cultura cattolica hanno monopolizzato i concetti e le definizioni religiose. Questo lo capisco.
    Ma perchè non una filosofia?
    Vedi che mi interessa.
    A presto.
    Ego.

     
  • alle 14:23, Anonymous Pipischella ha detto

    Caro Ego, perché ti dispiace? Certo che di Scientology ne sai più tu di me, altrimenti non ti avrei scritto. E' ovvio che sono in cerca di dialogo e delucidazioni.
    Tanto per porre delle premesse: non sono cattolica. Non considero Scientology una religione semplicemente perchè non lo è. Una religione, per definirsi tale, deve nascere innanzitutto per soddisfare l'esigenza dell'uomo di trovare risposte a domande enormi come chi ci ha creato e perché, qual è lo scopo della vita, cosa c'è dopo, dove andiamo noi e il mondo, ecc. Questo non lo dico io, ma ogni studioso di storia delle religioni della storia, compreso Marx che era ateo...
    Non mi sembra che Scientology fornisca la sua versione di risposta a queste domande. Magari ad alcune sì, non lo so. Dimmelo tu.
    Non la considero nemmeno una filosofia perché la filosofia è una corrente di pensiero che si forma spontaneamente in ogni epoca per capire problemi ed esigenze dell'uomo, comprendere i comportamenti, riflettere su varie cose dell'esistenza umana, anche in relazione all'ambiente. In questo senso credo che Scientology nasca come una filosofia, ma che poi prenda tutt'altra strada. Una filosofia non ti dice cosa fare, non ti obbliga a seguire delle regole di vita. Se lo fa, diventa una religione, ma ti ho appena spiegato perché Scientology non lo è.
    Peggio ancora: Scientology impone ad alcune persone di seguire certi comportamenti, anche a non adepti che magari hanno la sventura di lavorare per una ditta con a capo scientologisti. Non parlo per sentito dire, te lo assicuro, ma non posso scrivere di più. Questo perchè Scientology inizia a farmi paura davvero. Come ti ho già scritto, credo che sia una grossa setta pericolosa.
    Non credo tu sia una vittima inconsapevole; non credo proprio che tu sia una vittima. Però credo che la crisi più grande degli ultimi due secoli sia quella dei valori e dei punti di riferimento, quindi è ovvio che anche uomini e donne intelligenti si diano a pratiche diverse. Conosco gente inteliggentissima che ha abboccato alla cazzata New Age degli angeli custodi, gente che si dice cattolica e non sa che quelle cose sono lontanissime dal cattolicesimo. Conosco cattolici che credono nel destino (!!!), buddisti che mangiano la carne di maiale e vanno a messa a Natale. Non sono persone stupide, tutt'altro. Sono solo persone con la crisi dei valori che cercano altri punti di riferimento. Tu hai trovato i tuoi, questo penso. E mi fa piacere parlarne.

     
  • alle 17:44, Anonymous Egodharma ha detto

    Ciao Pipischella, mi scrivi un commento sensibile e dettagliato.
    Tanto per porre delle premesse. Neppure io ero cattolico prima di conoscere Scientology. Eppure in gioventù (si dice così...) mi ero avventurato anche all'interno di associazioni cattoliche integraliste. Giusto per capire come fosse vivere da vero cattolico.
    Poi sono diventato come l'80% degli italiani. Cattolico di nome ma non di fatto. Cattolico ai matrimoni e a-religioso il resto dei giorni.
    Ovviamente rispetto la tua opinioni sul fatto che Scientology sia o non sia una religione. Ogni punto di vista, proprio in quanto tale, deve essere rispettato.

    Il punto è che la definizione di religione non è un punto di vista. Parliamo di un accordo sulle definizioni nondi un accordo sulle idee.
    E su questo decine di grandi sociologi della religione di varie università e culture hanno detto la loro sul fatto che Scientology sia o meno una religione. Parlo di B. Wilson (Univ. di Oxford), di R. Dericquebourg (Univ. di Lille), U.A. Galan (Univ. Gregoriana, Roma), A. N. Terrin, A. Frigerio (Univ. Buenos Aires),
    Il loro giudizio è univoco. Scientology è una religione perchè risponde ai requisiti fondamentali che fanno si che qualcosa sia una religione.
    Certo Scientology differisce di parecchio dalle strutture concettuali delle religione monoteiste di stampo medio-orientale e ora patrimonio dell'occidente. E' solo questo che rende difficile per un occidentale accettare che Scientology sia una religione.
    La prova di questo è che in oriente, Scientology viene accettata come religione in modo naturale in quanto più consona alla loro dimensione concettuale. E questo te lo dico per esperienza diretta in India.
    Non solo, alcuni capi buddisti (esitono moltissime similarità fra il buddismo e Scientology) hanno aperto completamente le porte dei loro templi e dei loro monaci alle tecniche di Scientology, amalgamandole con i fondamenti della loro religione. E non parlo di capi da 4 soldi ma di capi spirituali con un seguito di decine e decine di milioni di fedeli.
    Ma questo, i media, non lo riporteranno mai. Sono troppo occupati a osservare le azioni del vip di turno (Cruise o Travolta) o troppo occupati a raccogliere i disappunti di qualche fuoriuscito dalla setta che svela al mondo i suoi tremendi segreti.
    Tipo cazzate quali che crediano agli extraterrestri o simili.

    Io possiedo in formato PDF tutti gli studi sociologici su Scientology nonchè il libro "La Chiesa di Scientology" di M.J. Gordon.
    Questo per dirti che se vuoi, sono a tua disposizione.
    Così come ho i filmati delle mie altre affermazioni sui capi buddisti. Giusto per essere preciso, niente di quello che dico non può essere dimostrato da documenti e filmati.

    Scientology è un percorso spirituale e risponde alle domande fondamentali della vita: chi sono?, da dove vengo?, che senso ha la vita?, da dove viene il male? e simili.
    Sono queste risposte che mi hanno portato in Scientology.
    Non voglio dilungarmi. Questa è la mia e.mail - egodharma@tin.it - se hai piacere, scrivimi pure lì che abbiamo più spazio.
    Grazie della tua gentile attenzione.
    Ego

     
  • alle 01:10, Blogger giuliano ha detto

    cari miei, è chiaro che tra le belle parole di Hubbard, nella teoria, alle quali gli scientologi credono, e io non li metto in dubbio sulla loro buona fede, e quello che raccontano i fuoriusciti dalla setta, ai quali per par condicio dobbiamo credere, c'è la stessa differenza che c'è tra cristianesimo e cattolicesimo, tra comunismo e stalinismo etc etc..
    solo che con scientologi addio portafoglio!!!!

    buona fortuna

     
  • alle 05:37, Anonymous Anonimo ha detto

    DIO PERDONA LORO PERCHE NON SANNO QUELLO CHE FANNO

     
  • alle 17:32, Anonymous Io ha detto

    Per gli scientologist un obiettivo importante è il raggiungimento dello stato di "Clear" (Chiaro, pulito), stato in cui una persona diventa libera da tutte le aberrazioni o meglio tutti gli "engram" che giacciono sotto forma di "body thetans" in ogni individuo. Il fatto è che dopo aver raggiunto questo stato,(sborsando un sacco di soldi) non è mica finita li...ci sono svariati livelli di crescita spirituale da raggiungere per poter attraversare "il ponte". Questi livelli sono chiamati OT, dopo essersi sobbarcati di spese immani per raggiungere l'ultimo livello OT ci si imbarca su di una bella nave, la Freewinds (a spese proprie) per raggiungere la verità suprema (tutto ebbe inizio 75 milioni di anni fa..Xenu ecc..)Sapete che c'è, è tutto vero, non importa ciò che egodharma dica so per certo queste cose. Tutte le minacce, le morti legate a Scientology, che schifo! Hubbard era uno scrittore (tra i miei preferiti) abilissimo tessitore di storie, una macchina da scrivere umana, ma permettetemi, abbandonando la narrativa ha scritto un mare di sciocchezze, ho letto Dianetics e tutti i libri ad esso correlati, ho visto i dvd promozionali di scientology, conosco scientologist, ho visto amici (bravissime persone) cadere in questa setta e perdere tutto, anche la dignità. In Dianetics Hubbard ci tiene tanto a mostrare un tono scientifico, ma poi per spiegare le sue affermazioni le uniche prove che gli riesce apportare sono : "e' stato scoperto che...è stato osservato che....è dimostrato che..." ma quando mai? nessun fondamento scientifico, tutta questa gente che crede in Scientology mi fa solo pena, davvero, credete per disperazione in qualcosa che si basa sul nulla, soldi, vite, tutto per niente...tutte cazzate. Credetemi, fatevi un favore, vivete come volete, non vi dico cosa fare (anche perchè non ne avrei nessun diritto) l'unica cosa che vi consiglio è "State lontani da questa setta".
    Egodharma puoi spiegare a tutti,cosa vuol dire per gli scientologist il temrine "disconnettere"?...perchè se un genitore non è daccordo con la scelta del figlio di entrare a far parte di Scinetology e magari ne parla anche male, egli debba essere disconnesso dal figlio, impedendogli di frequentarlo? perchè bisogna pagare cosi tanti soldi per arrivare alla verità suprema? ti sembra un comportamento religioso (e non venirmi a dire che anche la chiesa cattolica fa pagare tanti soldi, perchè non è cosi. Puoi spiegare cos'è l'ufficio "etica"? e tante altre cose dovresti spiegare...volete la verità su Scientology? semplice, leggete i libri di Hubbarde capirete che solo uno scrittore di Fantascienza poteva inventare qualcosa del genere.
    Scusate la durezza del messaggio, ma c'è liberta di esprimersi.
    Spero di non avere offeso nessuno, non era mia intenzione.

     

Posta un commento

<< a casa